Web e Mobile

18 Novembre

Material Design

material design evoluzione responsive design

L’evoluzione del responsive design è il material design.

Se ieri abbiamo scritto del responsive design e di come la filosofia della responsività si sia affermata tra gli sviluppatori di software, siti web e applicazioni web oriented, oggi diamo uno sguardo al futuro e alla possibile evoluzione del responsive design verso il material design.

html5 standard per il responsive design

Abbiamo già parlato in precedenti articoli dell'importanza, per le aziende presenti sul web, di essere raggiungibili dai dispositivi mobile come smartphone e tablet.

Il dubbio che spesso si presenta quando si parla di programmazione per mobile è se sia meglio sviluppare con la tecnica responsive design o sviluppare app e programmi esterni dedicati.

Dal mese di luglio 2014 la versione 5.3 di PHP diventa obsoleta esaurendo il suo ciclo di vita. Tecnicamente entra in End Of Life, non verrà più fornito da parte degli sviluppatori del linguaggio PHP il supporto e gli aggiornamenti. Nasce così il problema di sicurezza di cui scritto nel precedente articolo (leggi qui).

La nuova versione nativa diventa quindi la PHP 5.4 e tutti i migliori fornitori di servizi di hosting, VPS e Server, aggiorneranno i loro server di hosting, le VPS e i server managed a tale versione.

Problemi di sicurezza per i siti web che contengono del codice operativo. Se il sito web è un CMS (content management system) ed è aggiornato è più sicuro grazie al costante lavoro dei programmatori.

L’uso sempre maggiore da parte delle web agency e digital company di piattaforme CMS standard, ai molteplici vantaggi per le aziende (tra cui la possibilità di un sito dinamico aggiornabile in modo facile per l’azienda e senza dover ricorrere al costante ausilio di un programmatore, la gestione efficiente dell’indicizzazione del sito, una facilitata formazione del proprio personale dedicato alla comunicazione web), aggiunge il continuo lavoro dei programmatori che si contrappone al rischio per la sicurezza.

meterweb sviluppo siti

Ogni nuovo progetto web rappresenta una sfida unica, un modo per provare che si può dare sempre il meglio di sè.

Possiamo però affermare che qualunque sia la sfida da affrontare, il processo complessivo di sviluppo di un sito web complesso segue, generalmente, sei fasi principali:

 

  • Definizione del sito e pianificazione
  • Architettura dell'informazione
  • Design del sito
  • Costruzione del sito
  • Marketing del sito
  • Monitoraggio, valutazione e manutenzione

Sviluppare un nuovo sito web è un processo che può portare ad utilizzare grandi risorse, sia in termini economici che di personale, e richiede, quindi, un'organizzazione che può essere più o meno complessa a seconda delle dimensioni e della complessità del nuovo progetto.
Analizzando le fasi del processo di sviluppo, descritte di seguito, si noti che la costruzione delle pagine che compongono il sito web è una delle ultime cose che si svolge in un progetto ben organizzato. Ogni fase del processo deve essere analizzata per capire il suo impatto sullo sforzo complessivo, per avere la certezza di avere a disposizione le risorse umane, il tempo e il budget necessasrio affinchè il progetto che sta per prendere vita possa essere un successo.

Il traffico web generato da dispositivi mobile è in continua crescita. Per alcuni importanti siti si va verso un sostanziale pareggio: 50% di traffico generato da mobile e 50% da dispositivi tradizionali come notebook e PC. Wikipedia, però, che è il quinto dominio più visitato al mondo, è in controtendenza. Solo il 20% del traffico web verso la famosa enciclopedia online è generato da dispositivi mobile.

Dato ancora più importante, solo l'1% delle modifiche agli articoli di Wikipedia sono state fatte tramite dispositivi mobile, e questo vale un po' per tutte le oltre 250 lingue presenti. Da luglio, ad esempio, ci sono stati 200.000 modifiche in lingua inglese effettuate da smartphone, rispetto ai 20 milioni di modifiche totali.

I dispositivi che utilizzano ambienti HTML5 compatibili hanno superato, in diffusione, i dispositivi con ambienti FLASH compatibili.

I dati citati nello studio di Google "Unlocking the HTML5 Opportunity: What’s the Holdup", ci dicono che nel maggio 2013, il numero di utenti che possiede dispositivi con ambienti HTML5 compatibili ha superato il numero di utenti che hanno a disposizione ambienti FLASH compatibili, ed il trend si è confermato nei mesi successivi.

Pagina 2 di 3
JoomShaper

Meterweb.it usa i cookies per poter configurare in modo ottimale e migliorare costantemente le sue pagine web. Continuando ad utilizzare il sito Internet fornite il vostro consenso all'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni