La scelta dei Social Media migliori per il vostro business

Scritto dalla redazione MeterWeb il 03 Gen 2014

Capire quali sono i Social Network su cui puntare non è poi così immediato. Si potrebbe pensare di presenziare più Social possibili, in modo da tentare di aumentare la popolarità del proprio brand e dei propri prodotti in maniera trasversale. Ma una simile strategia è vincente? Noi di MeterWeb siamo dell'idea che non sia certamente la strategia migliore. I Social Media devono essere utilizzati in maniera mirata e integrata, evitando di utilizzare troppe piattaforme, alcune delle quali inadatte all'obiettivo che ci siamo proposti. Eviteremo anche un controproducente spreco di tempo e risorse.

Uno dei fattori che può determinare in maniera decisiva il successo del proprio business sta proprio nel capire quali sono gli obiettivi da raggiungere, obiettivi che devono derivare da aspettative realistiche. Capire fin dall'inizio a cosa è finalizzata la nostra presenza sui Social significa partire col piede giusto!

Prima ancora di pensare alle diverse piattaforme presenti sul web, pensiamo a quali sono gli obiettivi che vogliamo raggiungere col piano di web social marketing: incrementare le vendite? Generare più traffico verso il nostro sito? Offrire un sistema alternativo di customer care? Una volta stabilito ciò, risulta molto più facile capire quali sono le piattaforme social da scegliere per raggiungere in tempi brevi questi obiettivi.

Il passo successivo sta nello stabilire quante e quali risorse destinare alla campagna di web social marketing. Curare i propri account, creare i contenuti, rispondere ai commenti... sono attività che non devono essere considerate secondarie se vogliamo raggiungere gli obiettivi prefissati. Ciò, naturalmente, richiede una certa dose di impegno e di tempo. Stabilire fin dall'inizio quante energie destinare alla crescita e alla condivisione dei contenuti è non solo consigliato ma d'obbligo.

Facciamo degli esempi: se volete migliorare il vostro posizionamento sui motori di ricerca allora potrebbe essere vantaggioso considerare piattaforme come Google+ e, se avete dei contenuti adatti, utilizzare canali come Youtube. Se invece il vostro obiettivo è quello di guidare i naviganti verso il vostro sito e aumentare così il traffico mirato, potrebbe essere una scelta vincente quella di concentrarsi su piattaforme quali Facebook e Twitter. Attraverso queste ultime piattaforme potreste postare delle promo o dei codici sconto se siete dei commercianti. Se per la vostra azienda le immagini sono fondamentali... allora sarà utile postare su Pinterest... e così via.


La scelta della giusta piattaforma di Social Media passa poi anche dall'analisi dei numeri. E', ovviamente, importante scegliere dei Social che hanno un elevato numero di iscritti (Facebook, Twitter, LinkedIn, Google+ ecc.), ma, bisogna anche concentrarsi sull'analisi demografica degli iscritti a tali piattaforme.

Per chiarire meglio il concetto, analizziamo alcuni dati relativi a Facebook (il maggior social network mondiale e italiano) e confrontiamoli poi con altri dati significativi. Scopriamo così che su Facebook gli utenti italiani si suddividono per fasce d'età secondo queste percentuali (relativi ad agosto 2013 ed elaborati a partire da dati Audiweb/Nielsen): 13-18 anni 11,50%; 19-24 anni 19,20%; 25-29 anni 13,30%; 30-35 anni 14,90%; 36-45 anni 20,40%; 46-55 anni 13,10%; over 56 anni 7,60%.

Età degli italiani iscritti - Facebook

Ancora, gli italiani si suddividono per sesso secondo le seguenti percentuali:

sesso italiani iscritti - Facebook

Google+ ricalca, con differenze poco significative sulle caratteristiche esaminate (fasce d'età e sesso degli italiani iscritti), i dati di Facebook. Pinterest e LinkedIn hanno, invece, almeno sulle due caratteristiche esaminate, delle peculiarità rilevanti. Partiamo coi dati riguardanti il sesso degli iscritti (fonte GlobalWebIndex):

 LinkedIn - sesso degli italiani iscritti

Pinterest - sesso degli italiani iscritti

E' interessante osservare come Pinterest risulti un Social prevalentemente femminile. Le donne attive su Pinterest sono addirittura il doppio rispetto agli uomini. C'è da dire che Pinterest raggiungerà la maturità soltanto tra qualche mese o anno visto che conta, in Italia, ancora un numero relativamente basso di iscritti se confrontato ai colossi Facebook, Google+, Twitter. LinkedIn, invece, come Google+ o Facebook, si suddivide gli utenti maschili o femminili in proporzioni quasi uguali.

Passiamo ai dati sull'età degli iscritti (fonte GlobalWebIndex):

linkedin - età iscritti italiani

pinterest - età iscritti italiani

LinkedIn ha una maggioranza di utenti con età compresa tra i 25 e i 44 anni, evidentemente fascia d'età interessata alle tematiche professionali.

Pinterest è dominata da un universo femminile di 25-34enni.

Queste, però, rappresentano solo una infinitesima parte delle innumerevoli statistiche possibili. I dati incrociati sulle statistiche di interesse ci aiuteranno a decidere di concentrarsi sui Social dove è più alta la presenza di utenti che rappresentano il nostro target.

Insomma, non bisogna scegliere i Social su cui essere presenti pensando solo alla quantità (più network possibili con più iscritti possibili). La scelta è molto più complessa, ma un'attenta analisi e consulenza permetterà di raggiungere in breve tempo importanti, e forse inaspettati, traguardi.

Per saperne di più contattaci

 

 

Letto 2284 volte Ultima modifica il Lunedì, 27 Gennaio 2014 15:09
Vota questo articolo
(0 Voti)
JoomShaper

Meterweb.it usa i cookies per poter configurare in modo ottimale e migliorare costantemente le sue pagine web. Continuando ad utilizzare il sito Internet fornite il vostro consenso all'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni