Blog | Crescita aziendale Incentivi statali Notizie sul web | Web Agency Milano https://meterweb.it Tue, 21 Aug 2018 02:50:02 +0200 Joomla! - Open Source Content Management it-it Hai un sito web? Assicurati di avere il certificato SSL entro il 2018 https://meterweb.it/blog/web-e-mobile/articolo/hai-un-sito-web-assicurati-di-avere-il-certificato-ssl-entro-il-2018 https://meterweb.it/blog/web-e-mobile/articolo/hai-un-sito-web-assicurati-di-avere-il-certificato-ssl-entro-il-2018 Hai un sito web? Assicurati di avere il certificato SSL entro il 2018

Un sito web sicuro è un sito web professionale. I clienti che utilizzano i siti aziendali spesso rendono noti dati sensibili, sia per acquistare un prodotto sia per ricevere informazioni, è quindi utile farli sentire al sicuro rispetto alla possibilità di un hackeraggio.


Come vi avevamo anticipato diverso tempo fa, nell’articolo che potete leggere cliccando qui, la questione SSL e HTTPS sta prendendo una direzione ben precisa.
Ora è giunto il momento in cui tutte le aziende dovrebbero compiere il passo definitivo verso un nuovo sistema di sicurezza sul web.

Cos’è un certificato SSL?

SSL (Secure Sockets Layer) è un certificato digitale sviluppato per consentire alle applicazioni, come ad esempio un sito aziendale, di trasmettere informazioni online in modo sicuro e protetto. Grazie al protocollo di sicurezza HTTPS, attivato mediante il certificato SSL, i dati ricevuti da un sito web vengono criptati e diventa così più complesso visualizzarli e manipolarli da parte di hacker o che vengano alterati durante il trasferimento.

Cliccate qui per un approfondimento sui certificati SSL.

Quali sono state le avvisaglie?

Google aveva già preannunciato le sue intenzioni nel 2014, comunicando ufficialmente che con Chrome avrebbe iniziato a marcare tutti i siti web con indirizzo HTTP come "non sicuri", presentando ai visitatori un avviso.
Questo significa che se una persona passa da un sito web sicuro, ad esempio da Google, verso un’area non conforme al protocollo di sicurezza visualizzerà la comunicazione che il sito verso cui sta atterrando non è sicuro.
Tenendo conto che Google mantiene il primato dei motori di ricerca in Italia con il 93% dei navigatori online si delineano principalmente 2 svantaggi per un sito non certificato:

1. quelle pagine web non ancora dotate di certificato SSL, che nel browser sono visibili come HTTP invece che HTTPS, saranno penalizzate dalla politica di indicizzazione di Google. (Scopri come funziona l'indicizzazione cliccando qui).

2. i potenziali clienti che navigano online con Google Chrome, quindi il 56% degli italiani, riceveranno un avviso quando staranno visitando siti non sicuri e sceglieranno in base a questa premessa se procedere con la visita e lasciare i propri dati personali per un eventuale acquisto.

Non avere un protocollo HTTPS quindi è come investire e aprire un negozio ma tenere la porta d’ingresso chiusa a chiave.

Perché è un passo da fare ora?

Da Ottobre 2017 Google ha premuto l’acceleratore, ma il gigante del web non è il solo a promuovere e favorire l'utilizzo del protocollo di sicurezza SSL, anche Mozilla e Apple hanno sostenuto l'esigenza della crittografia online.
Lo stesso governo degli Stati Uniti sta imponendo che tutti i siti web .gov applichino il protocollo HTTPS entro la fine di quest'anno.

Anche Access Now, attraverso la campagna "Encrypt All The Things", promuove l'abbandono del tradizionale e meno sicuro protocollo HTTP in favore dell'HTTPS.
Sono quindi sempre più numerose le aziende che si stanno conformando ai nuovi standard per non rischiare che il loro sito aziendale venga contrassegnato come non sicuro, e ciò sta permettendo che i siti web cifrati e la sicurezza online diventino la norma.

Da dove iniziare?

Per convertire un sito web da HTTP a HTTPS è necessario richiedere un certificato SSL/TLS per il proprio dominio.
Inoltre è consigliabile effettuare i seguenti controlli:

  • Verificare che i reindirizzamenti funzionino correttamente
  • Verificare il sito in https sulla Google Search Console, su Google Analytics  e su Bing Webmaster Tool
  • Notificare i cambiamenti a Google e agli altri motori di ricerca, in modo che chi ha salvato precedentemente il link del sito web venga reindirizzato a quello corretto
  • Aggiornare la sitemap
  • Aggiornare i link sugli account social, le pubblicità , le email ed altri eventuali strumenti di marketing

Per ricevere una consulenza e scoprire come i nostri servizi possono aiutarti in questi passaggi contattaci via mail.

]]>
info@meterwork.it (Blog Redazione MeterWeb) Web e Mobile Fri, 27 Oct 2017 14:43:51 +0200
E-commerce - Contributi a fondo perduto in Lombardia https://meterweb.it/blog/canale-e-commerce/articolo/e-commerce-contributi-fondo-perduto-lombardia https://meterweb.it/blog/canale-e-commerce/articolo/e-commerce-contributi-fondo-perduto-lombardia E-commerce Contributi Lombardia

Interessante opportunità di accedere ai canali e-commerce per le micro piccole e medie imprese della lombardia l'iniziativa di contribuire con un fondo perduto per coprire il 50% dell'investimento.

Regione Lombardia e Unioncamere Lombardia hanno è previsto un contributo a fondo perduto del 50% della spesa ammissibile con un importo massimo di contributo di euro 6.000 e un investimento minimo previsto per la partecipazione di euro 6.000.

Il fondo perduto per micro piccole e medie imprese che intendono accedere ai canali e-commerce ammette il rimborso per le seguenti spese:

  • azioni di promozione, protezione e registrazione dei marchi che si intendono commercializzare sul canale web;
  • predisposizione del portfolio prodotti, web design, creazione vetrina e schede prodotti, realizzazione gallery fotografiche, predisposizione testi in lingua per i diversi mercati target, produzione di filmati di approfondimento sui prodotti, webinar, ecc.;
  • analisi delle esigenze di logistica e magazzino, di gestione delle procedure gestionali di raccolta degli ordini, di fatturazione e di packaging per ottimizzare l’avvio dell’export sul canale e-commerce, nonché di acquisizione dei necessari servizi e dotazioni strumentali;
  • azioni e servizi per sostenere il posizionamento dell’offerta sulle piattaforme e-commerce prescelte;
  • fee di accesso a piattaforme e-commerce (fino a un massimo del 50% del totale delle spese presentate in domanda);
  • attività di formazione inerente alla tematica e-commerce (fino a un massimo del 30% del totale delle spese presentate in domanda).

Il fondo messo a disposizione è fino a esaurimento delle risorse disponibili e la domanda può essere presentata a partire dal 6 aprile 2017.

Meterweb (digital company | web agency Milano) offre la sua consulenza per un piano di inserimento o sviluppo del canale e-commerce nella strategia aziendale.

]]>
info@meterwork.it (Blog Redazione MeterWeb) Canale e-Commerce Fri, 17 Mar 2017 16:18:26 +0100
M-commerce trend, evoluzione dell’e-commerce https://meterweb.it/blog/canale-e-commerce/articolo/m-commerce-trand-evoluzione-e-commerce https://meterweb.it/blog/canale-e-commerce/articolo/m-commerce-trand-evoluzione-e-commerce M-commerce trend, evoluzione dell’e-commerce

Si parla tanto di e-commerce in questi ultimi anni e dell’aumento di siti web per la vendita online che si prevede debba ancora aumentare raggiungendo il 45% degli acquirenti.

 

 

Esaminare i tassi di crescita dei business globali rispetto alle categorie di vendita e, per la prima volta, rispetto ai dispositivi utilizzati è un modo per lavorare sulle strategie di marketing e web marketing per raggiungere obiettivi di business e di vendita del prodotto online.

Il primo dato d’interesse è l’aumento del 10% delle vendite al dettaglio nel mese di gennaio 2016, che fa prevedere un aumento , su base annua, dei volumi di vendita online almeno del 5%.

Noi di Meterweb (web agency | digital company Milano) abbiamo raccolto una lista, in sintesi, delle principali tendenze che permetteranno agli e-commerce di crescere già nel 2016. Questa raccolta potrebbe aiutare i negozianti o gli imprenditori che vogliono aumentare il proprio business online. Tra questi elementi ci sono i beacons, i big data e l’analisi predittiva, le personalizzazioni avanzate, i canali di comunicazione, la localizzazione, le nuove tecnologie digitali e una maggior attenzione all’ esperienza del cliente. Ricordando di mantenere sempre un buon punto di contatto tra il negozio fisico e quello virtuale, legando il marketing tradizionale e le nuove tecnologie del mondo digitale.

E’ già da un paio di anni che le strategie tengono conto del mobile e di tutti i device usati per navigare, sia come applicazioni native (app) sia come web application e responsive, evidenziando l’aumento dei ricavi grazie a “negozi su web e su smartphone” nel 2015 rispetto l’anno precedente.

Il traffico mobile si è già spinto oltre la soglia del 50% e questo porta a considerare maggiormente il tipo di dispositivo con cui il consumatore si approccia all’e-commerce ( che diventa quindi M-commerce quando la navigazione avviene da smartphone o da tablet). Questo implica una customizzazione dei metodi di pagamento e delle consegne dei prodotti, pensiamo ad esempio ad Amazon Prime che nel Regno Unito ha reso standard la consegna in giornata.

GLI 8 PUNTI CHIAVE PER LO SVILUPPO DI M-COMMERCE NEI PROSSIMI ANNI

1) I RICAVI DEGLI SMARTPHONE SUPERERANNO QUELLI DESKTOP

A fine 2015 il 40% era il dato che rappresentava lo sviluppo degli e-commerce, ma secondo Criteo crescerà fino al 70% entro in 2017. Se la previsione sarà corretta il 50% dei consumatori mobile guiderà il commercio.

2) I BEACON GUIDERANNO PIU' VENDITE AL DETTAGLIO

I beacon sono ancora poco conosciuti ma stanno conquistando il mondo. La tecnologia beacon consiste in due parti: la presentazione (dispositivo beacon) e la ricezione del messaggio (app smartphone per lettura beacon); quindi l’applicazione rileva dei sensori localizzati nel negozio o ad una mostra d’arte, ad esempio, e ne legge gli input traducendoli in messaggio. La lettura avverrà in base alla distanza tra dispositivi.

I beacon stanno guidando le nuove tecnologie del 2016 con una spesa che ha già raggiunto 4 miliardi di dollari; entro la fine del 2018 si prevede l’installazione di 3,5 miliardi di beacon per una spesa di oltre 44 miliardi, questo perché i consumatori prendono decisioni nei corridoi, e funziona avere beacon installati in diversi angoli dei negozi per inviare input e messaggi mirati al consumatore indeciso.

Secondo le previsioni, 2,5 miliardi di dollari verranno investiti dai rivenditori americani entro i prossimi 5 anni, per sviluppare nuove tecniche di marketing con questa nuova tecnologia, infatti circa il 71% di loro sta cercando di conoscere e studiare i comportamenti dei consumatori e i loro modelli di acquisto.

3) BIG DATA E ANALISI PREDITTIVE PER AUMENTARE I MARGINI COMMERCIALI

L’aumento medio dei margini commerciali è ad oggi del 60% mentre l’1% è il miglioramento della produttività del lavoro dei rivenditori che iniziano ad usare i Big Data per studiare il mercato. Per le compagnie che utilizzano i Big Data sulla base di analisi predittive, l’aumento delle vendite è del 73% rispetto a quelle che non usano questi sistemi.

4) L’OMNI-CHANNEL è LA NUOVA NORMALITA’

L’85% di chi compra online inizia i propri acquisti su un device per finirli su un altro (dati Google).

Gli acquirenti multi-channel ( o omni-channel ) comprano spesso e spendono tre volte più che dell'acquirente su un singolo canale. 

5) IL MERCATO DI BIOMETRIA SALE AL 50%

Il gruppo di ricerca Biometrico prevede sul mercato globale un guadagno di 15 miliardi di dollari quest’ anno, una sorpresa rispetto al guadagno stimato 3 anni fa di 7 miliardi. 0,5 miliardi saranno il numero di persone stimate per l’utilizzo di uno smartphone attrezzato di tecnologia biometrica (ad esempio il riconoscimento dell’impronta digitale, vocale, facciale, etc.) nel 2017.

6) IL DIGITALE SI IMPADRONISCE DEI NEGOZI

I grandi marchi stanno iniziando ad usare tecnologie sempre più all’avanguardia. Per esempio, i negozi di abbigliamento stanno diffondendo nuovi sistemi di specchi led per far provare al consumatore, oltre ai vestiti, una nuova esperienza virtuale. Ora è possibile, oltre che provare virtualmente un abito, consultare tramite i-Pad il catalogo dei capi presenti in quel negozio, le taglie disponibili, i prezzi, o chiedere una mano ai commessi, chiamandoli direttamente all’interno dei camerini tramite app.

7) GRAFICA UGUALE PER SITI DELLO STESSO SETTORE

La user experience è una delle caratteristiche più importanti che chi progetta un sito deve considerare e dovrebbe essere funzionale in base alle analisi raccolte sui comportamenti degli utilizzatori sul web. Quando dei siti sono molto forti in alcuni settori, spesso capita che la grafica e il design vengano imitati per cercare di ottenere gli stessi risultati. Ad esempio si vedono spesso siti legati al mondo delle prenotazioni assomigliare sotto il punto di vista grafico e funzionale al primo in classifica nel settore: Booking.com.

8) CONSEGNA IN GIORNATA

Il 2016 porterà la consegna in giornata come nuova possibilità per la ricezione degli acquisti. Già Amazon (ed è stato il primo al mondo) è riuscito a soddisfare, con questo servizio, pienamente il Regno Unito e diversi paesi in Europa. Inoltre, sempre Amazon, ha iscritti al servizio "Prime" circa 80 milioni di membri in tutto il mondo, ai quali offre la consegna più veloce, promozioni dedicate e vantaggi in termini di prezzi e servizio.

Per maggiori informazioni e per valutare possibili attività di digital marketing, sviluppo siti di e-commerce, m-commerce ed app, noi di METERWEB, web agency e digital company Milano, vi invitiamo a conttattarci. Clicca qui per i contatti.

]]>
info@meterwork.it (Blog Redazione MeterWeb) Canale e-Commerce Tue, 13 Sep 2016 15:05:42 +0200
Considerazioni sull'e-commerce in tempo di crisi https://meterweb.it/blog/canale-e-commerce/articolo/e-commerce-e-crisi-anni-2000 https://meterweb.it/blog/canale-e-commerce/articolo/e-commerce-e-crisi-anni-2000

Il superamento della crisi passa anche per l'on-line.

Si sono sprecati fiumi di inchiostro sulla crisi che negli ultimi anni ha coinvolto gran parte dell'economia occidentale e mondiale. Non vogliamo certo ripeterci, ma, anzi, analizzare uno dei dati in controtendenza: l'ecommerce, anche in tempo di crisi, cresce. 

Ebbene si, la crescita delle vendite on line non conosce sosta. Se nel 2012 l'incremento è stato a due cifre (+12%, per un corrispettivo valore di 21,1 miliardi di euro), l'anno appena concluso dovrebbe superare questa cifra e stabilire ancora un record. Appena avremo i dati certi del 2013 ve ne daremo notizia.

Un mercato, quindi, che non conosce confini, neanche geografici, e che, nonostante i numeri da capogiro, continua ad avere un bacino potenziale di utenza, ancora da fidelizzare, enorme. Nei prossimi anni il diffondersi della tecnologia mobile, con gli smartphone e i tablet, premierà le aziende che punteranno sul mobile ecommerce. Entro il 2015 più del 60% della popolazione europea farà acquisti on line: è un mercato in cui tutte le aziende che operano nel settore della vendita devono e possono entrare!

E' un'opportunità che deve essere sfruttata al meglio, ma che richiede investimenti di tempo e risorse, in termini di promozione e web marketing. Il social commerce, abbinato a strategie a medio e lungo termine, è sicuramente una necessità per chi guarda lontano, ma anche nel breve termine, a volte nel giro di pochissimo tempo, produce ritorni estremamente interessanti. In quest'ottica è limitativo fermarsi a considerare solo il mercato italiano. Il web, con i suoi negozi virtuali multilingua, permette di avere un mercato che va al di là dei confini nazionali. Il web e una adeguata consulenza da parte di esperti del settore, diventeranno, così, il mezzo più importante per la promozione del Made in Italy e della straordinaria qualità dei prodotti italiani.

Piccole e medie imprese non possono non comprendere l'accelerazione che le nuove tecnologie mobile stanno dando a un sistema che nei prossimi tempi, ci auguriamo, sarà il volano del rilancio e dello sviluppo  di settori strategici dell'economia.

Seguiranno ulteriori articoli di approfondimento dove analizzeremo in dettaglio le prospettive dell'internalizzazione, del mobile, dei social media e di tutto ciò che ruota intorno alle piccole e medie imprese e all'ecommerce.

 

]]>
info@meterwork.it (Blog Redazione MeterWeb) Canale e-Commerce Tue, 21 Jan 2014 17:44:11 +0100
L'e-commerce e le aziende italiane https://meterweb.it/blog/canale-e-commerce/articolo/e-commerce-e-aziende https://meterweb.it/blog/canale-e-commerce/articolo/e-commerce-e-aziende

Vendere online direttamente dal tuo sito internet? 

Secondo la ricerca presentata da Business International, in occasione dell'evento "E-Commerce Power 2013", solo il 29% delle imprese investe nell'e-Commerce. Per contro, il web è il secondo canale di vendita più sfruttato.

Un sito di e-Commerce è oggi una risorsa importante destinata ad aumentare il valore delle attività aziendali nel tempo. Sempre più utenti si collegano ad internet, anche attraverso dispositivi mobile, per ottenere informazioni dettagliate sui prodotti o servizi che desiderano acquistare. Alcune aziende hanno trasferito gran parte o quasi il loro business e la loro comunicazione sul web, per non perdere tempo e cogliere le opportunità della rete.

In base alle esigenze, agli obiettivi e alla tipologia di business, supportiamo le aziende nella progettazione e nello sviluppo di software e-Commerce per la gestione di ordini e vendite online di prodotti e servizi.

MeterWeb realizza siti di e-Commerce con una grafica strategica e personalizzata, dando alle aziende clienti la possibilità di aggiornare i prodotti attraverso un pannello di controllo che consente piena autonomia nella gestione degli ordini online. 

Le soluzioni di MeterWeb sono innovative e si rivolgono a tutte quelle aziende che desiderano avere un ritorno dall'economia digitale utilizzando siti di  e-Commerce efficienti ben strutturati e di successo.

Quali sono le opportunità offerte da un sito e-Commerce?

Un sito di e-Commerce, integrato a strategie di web marketing, internazionalizza e fa crescere il business aziendale, non andando a sostituire le realtà di vendita e i canali distributivi tradizionali. Grazie ad una pianificazione strategica delle attività di comunicazione è in grado di aumentare la visibilità online delle aziende e realizzare risultati concreti e misurabili.

Un sito e-Commerce consente un'esperienza d'acquisto immediato e a misura di utente che può, con un semplice click, in ogni momento, 24 ore su 24 e, da ogni parte del mondo, informarsi o acquistare i prodotti che desidera.

Un sistema di e-Commerce efficiente aumenta i guadagni e riduce tutti i costi, rende immediata la condivisione delle informazioni, presenta l'offerta dei prodotti dell'azienda ad un pubblico illimitato.

 

Fonte: Gianni Rusconi, Le aziende italiane e l'e-Commerce, il Sole24Ore.

 

]]>
info@meterwork.it (Blog Redazione MeterWeb) Canale e-Commerce Mon, 02 Sep 2013 02:00:00 +0200
È possibile un dopo Groupon? https://meterweb.it/blog/social-marketing/articolo/e-possibile-un-dopo-groupon https://meterweb.it/blog/social-marketing/articolo/e-possibile-un-dopo-groupon groupon

Groupon è oggi il leader italiano del couponing. Nato dall’idea di Andrew Mason nel 2008, ha segnato l’inizio di una nuova fase dell’e-commerce, tanto che società come LetsbonusPoinx e Kgbdeals ne hanno imitato il business fin da subito. In realtà nulla di nuovo è stato scoperto. Gli sconti riservati ai “gruppi d’acquisto” esistono da anni, decenni, Groupon li ha trasformati in un noto “caso” imprenditoriale. Il successo del suo modello strategico consiste nell’aver innovato in modo efficace la definizione del marketing promozionale, dopo aver colto le opportunità riservate dal web. In che modo?

 

 

Coniugando abilmente il desiderio di risparmio dei consumatori alle potenzialità offerte dall’economia digitale. Groupon è una piattaforma in cui ogni giorno si offrono prodotti e servizi a prezzi scontati. I clienti, dopo aver acquistato online un coupon usufruiscono delle promozioni di società che, a loro volta, investono su Groupon per promuoversi e far conoscere i propri servizi e prodotti ad un pubblico sempre più vasto e nuovo.

Il punto di vista delle aziende

Le aziende che decidono di implementare Groupon all’interno delle loro strategie di marketing mix, devono sempre mantenere l’obiettivo e la centralità del cliente nella pianificazione delle attività. Infatti pubblicizzare attraverso questo strumento è un modo per acquisire notorietà, non per guadagnare nell’immediato. È il primo passo per instaurare con il cliente che acquista il coupon, quindi ancora prospect, una relazione di lungo periodo che lo porterà alla fidelizzazione. Da ciò ne consegue l’importanza della qualità nel servizio offerto e l’accoglienza usata durante tutta la promozione. Spesso, infatti, accade che i clienti Groupon vengano trattati dagli operatori come clienti di Serie B. Nulla di più errato. Il cliente è scontento per la qualità del servizio e perde fiducia in Groupon, ma soprattutto fa pubblicità negativa all’attività che lo ha ospitato o semplicemente non vi fa più ritorno dopo aver usufruito della promozione. L’azienda, al contrario, dovrebbe sempre offrire un servizio di qualità al cliente in modo da soddisfarne le aspettative e potersi legare ad esso in una relazione più duratura. Un cliente Groupon è, infatti, una persona che abitualmente utilizza internet alla ricerca di promozioni e “offertissime”.

Segreti per un buon marketing

Secondo MeterWeb, l’azienda che intende dar seguito all’investimento pubblicitario intrapreso su Groupon, dovrebbe adottare strategie di social media marketing, come giochi virtuali o tag dei clienti durante l’evento, integrandole allo sviluppo di un sito web ben fatto e un blog curato. Inoltre, iscrivere il nuovo cliente alla mailing list del proprio sito lo aiuterebbe a mantenere i contatti per coinvolgerlo e proporgli sconti vantaggiosi grazie ad una comunicazione e ad un’offerta commerciale personalizzata.

]]>
info@meterwork.it (Blog Redazione MeterWeb) Social Marketing Wed, 15 May 2013 02:00:00 +0200
Grafitalia 2013 https://meterweb.it/blog/fiere-ed-eventi/articolo/grafitalia-2013 https://meterweb.it/blog/fiere-ed-eventi/articolo/grafitalia-2013 grafitalia

MeterWeb parteciperà a Grafitalia 2013, mostra organizzata da Centrexpo spa, leader fieristico nei settori delle arti grafiche, e promossa da ACIMGA e ASSOGRAFICI, che si terrà dal 7 al 11 maggio 2013 presso Fieramilano - Rho, Milano, contemporaneamente a Converflex.

Grafitalia, tra innovazione digitale e tradizione tecnologica, è oggi un punto di riferimento per i service editoriali, gli studi di graphic design e tutti i nuovi professionisti della comunicazione digitale che intendono valutare nuovi investimenti innovativi e competitivi.

Oltre a conoscere tecnologie, supporti e servizi per la stampa e la comunicazione, sarà un’occasione “per dare valore all’innovazione tecnologica” partecipare a incontri dedicati alla formazione, i cui temi, coinvolgenti e provocatori, andranno dalla sostenibilità ai New Media.

]]>
info@meterwork.it (Blog Redazione MeterWeb) Fiere ed Eventi Tue, 30 Apr 2013 02:00:00 +0200
Netcomm e-Commerce Forum 2013 https://meterweb.it/blog/fiere-ed-eventi/articolo/netcomm-e-commerce-forum-2013 https://meterweb.it/blog/fiere-ed-eventi/articolo/netcomm-e-commerce-forum-2013 ecommerce forum

Il 28 Maggio MeterWeb partecipa all’ottava edizione di e-Commerce Forum, presso la sede del MiCo Milano Congressi.

Netcomm e-Commerce Forum è l’appuntamento annuale dedicato all’e-Commerce innovativo e di qualità. L’evento è stato promosso da Netcomm, il Consorzio del commercio elettronico che, da anni, si preoccupa di favorirne lo sviluppo e la diffusione in Italia. L’organizzazione del Forum è stata affidata a Digital Events S.r.l., società milanese specializzata nell’ideazione e nello sviluppo di eventi.

 

]]>
info@meterwork.it (Blog Redazione MeterWeb) Fiere ed Eventi Tue, 28 May 2013 02:00:00 +0200
Buon Compleanno Google! https://meterweb.it/blog/fiere-ed-eventi/articolo/buon-compleanno-google https://meterweb.it/blog/fiere-ed-eventi/articolo/buon-compleanno-google

Anche noi di Meterweb facciamo gli auguri al buon vecchio Google, che compie 15 anni proprio oggi. Google non ci delude mai, infatti non potevano mancare le caramelle, la torta e gli amici nel Doodle del giorno e soprattutto il gioco della Pignatta. 

 

Premendo il tasto play sulla quindicesima torta di Google, puoi colpire e rompere la pignatta a forma di stella, facendo cadere il maggior numero di caramelle. Non si vince nulla ma è comunque un ottimo modo per festeggiare con Google e partecipare alla festa. 

 

Ancora tanti auguri Google!

]]>
info@meterwork.it (Blog Redazione MeterWeb) Fiere ed Eventi Fri, 27 Sep 2013 02:00:00 +0200
Un'ora spesa su internet... https://meterweb.it/blog/canale-e-commerce/articolo/un-ora-spesa-su-internet https://meterweb.it/blog/canale-e-commerce/articolo/un-ora-spesa-su-internet

Una ricerca effettuata su 25 milioni di utenti anonimi, sparsi per il mondo, evidenzia che in un'ora di navigazione su web, sono e-Commercesocial network ed intrattenimento ad occupare la maggior parte del tempo speso.

Dalla ricerca risulta l'Inghilterra come la nazione più propensa agli acquisti online, superando addirittura gli Stati Uniti.

Il 10% del tempo degli utenti inglesi speso su internet, è dedicato proprio agli acquisti online che durante il periodo natalizio del 2012 è stato di 370 milioni di ore.

In Italia gli acquisti online sono sempre più in crescita, attestandoci alla quarta posizione come nazione e al primo posto come spesa per singolo utente, a livello europeo.

Rapportato al numero di abitanti si abbassano di molto i valori di acquisti pro capite ma questo non toglie il fatto che l'espansione in questo mercato sia esponenziale a differenza di mercati più maturi come quello tedesco, francese o inglese.

Nei prossimi anni gli e-Commerce avranno un ruolo sempre più importante nel mercato italiano, con significative percentuali di crescita previste.

]]>
info@meterwork.it (Blog Redazione MeterWeb) Canale e-Commerce Thu, 18 Apr 2013 09:59:25 +0200