M-commerce trend, evoluzione dell’e-commerce

Scritto dalla redazione MeterWeb il 13 Set 2016

Si parla tanto di e-commerce in questi ultimi anni e dell’aumento di siti web per la vendita online che si prevede debba ancora aumentare raggiungendo il 45% degli acquirenti.

 

 

Esaminare i tassi di crescita dei business globali rispetto alle categorie di vendita e, per la prima volta, rispetto ai dispositivi utilizzati è un modo per lavorare sulle strategie di marketing e web marketing per raggiungere obiettivi di business e di vendita del prodotto online.

Il primo dato d’interesse è l’aumento del 10% delle vendite al dettaglio nel mese di gennaio 2016, che fa prevedere un aumento , su base annua, dei volumi di vendita online almeno del 5%.

Noi di Meterweb (web agency | digital company Milano) abbiamo raccolto una lista, in sintesi, delle principali tendenze che permetteranno agli e-commerce di crescere già nel 2016. Questa raccolta potrebbe aiutare i negozianti o gli imprenditori che vogliono aumentare il proprio business online. Tra questi elementi ci sono i beacons, i big data e l’analisi predittiva, le personalizzazioni avanzate, i canali di comunicazione, la localizzazione, le nuove tecnologie digitali e una maggior attenzione all’ esperienza del cliente. Ricordando di mantenere sempre un buon punto di contatto tra il negozio fisico e quello virtuale, legando il marketing tradizionale e le nuove tecnologie del mondo digitale.

E’ già da un paio di anni che le strategie tengono conto del mobile e di tutti i device usati per navigare, sia come applicazioni native (app) sia come web application e responsive, evidenziando l’aumento dei ricavi grazie a “negozi su web e su smartphone” nel 2015 rispetto l’anno precedente.

Il traffico mobile si è già spinto oltre la soglia del 50% e questo porta a considerare maggiormente il tipo di dispositivo con cui il consumatore si approccia all’e-commerce ( che diventa quindi M-commerce quando la navigazione avviene da smartphone o da tablet). Questo implica una customizzazione dei metodi di pagamento e delle consegne dei prodotti, pensiamo ad esempio ad Amazon Prime che nel Regno Unito ha reso standard la consegna in giornata.

GLI 8 PUNTI CHIAVE PER LO SVILUPPO DI M-COMMERCE NEI PROSSIMI ANNI

1) I RICAVI DEGLI SMARTPHONE SUPERERANNO QUELLI DESKTOP

A fine 2015 il 40% era il dato che rappresentava lo sviluppo degli e-commerce, ma secondo Criteo crescerà fino al 70% entro in 2017. Se la previsione sarà corretta il 50% dei consumatori mobile guiderà il commercio.

2) I BEACON GUIDERANNO PIU' VENDITE AL DETTAGLIO

I beacon sono ancora poco conosciuti ma stanno conquistando il mondo. La tecnologia beacon consiste in due parti: la presentazione (dispositivo beacon) e la ricezione del messaggio (app smartphone per lettura beacon); quindi l’applicazione rileva dei sensori localizzati nel negozio o ad una mostra d’arte, ad esempio, e ne legge gli input traducendoli in messaggio. La lettura avverrà in base alla distanza tra dispositivi.

I beacon stanno guidando le nuove tecnologie del 2016 con una spesa che ha già raggiunto 4 miliardi di dollari; entro la fine del 2018 si prevede l’installazione di 3,5 miliardi di beacon per una spesa di oltre 44 miliardi, questo perché i consumatori prendono decisioni nei corridoi, e funziona avere beacon installati in diversi angoli dei negozi per inviare input e messaggi mirati al consumatore indeciso.

Secondo le previsioni, 2,5 miliardi di dollari verranno investiti dai rivenditori americani entro i prossimi 5 anni, per sviluppare nuove tecniche di marketing con questa nuova tecnologia, infatti circa il 71% di loro sta cercando di conoscere e studiare i comportamenti dei consumatori e i loro modelli di acquisto.

3) BIG DATA E ANALISI PREDITTIVE PER AUMENTARE I MARGINI COMMERCIALI

L’aumento medio dei margini commerciali è ad oggi del 60% mentre l’1% è il miglioramento della produttività del lavoro dei rivenditori che iniziano ad usare i Big Data per studiare il mercato. Per le compagnie che utilizzano i Big Data sulla base di analisi predittive, l’aumento delle vendite è del 73% rispetto a quelle che non usano questi sistemi.

4) L’OMNI-CHANNEL è LA NUOVA NORMALITA’

L’85% di chi compra online inizia i propri acquisti su un device per finirli su un altro (dati Google).

Gli acquirenti multi-channel ( o omni-channel ) comprano spesso e spendono tre volte più che dell'acquirente su un singolo canale. 

5) IL MERCATO DI BIOMETRIA SALE AL 50%

Il gruppo di ricerca Biometrico prevede sul mercato globale un guadagno di 15 miliardi di dollari quest’ anno, una sorpresa rispetto al guadagno stimato 3 anni fa di 7 miliardi. 0,5 miliardi saranno il numero di persone stimate per l’utilizzo di uno smartphone attrezzato di tecnologia biometrica (ad esempio il riconoscimento dell’impronta digitale, vocale, facciale, etc.) nel 2017.

6) IL DIGITALE SI IMPADRONISCE DEI NEGOZI

I grandi marchi stanno iniziando ad usare tecnologie sempre più all’avanguardia. Per esempio, i negozi di abbigliamento stanno diffondendo nuovi sistemi di specchi led per far provare al consumatore, oltre ai vestiti, una nuova esperienza virtuale. Ora è possibile, oltre che provare virtualmente un abito, consultare tramite i-Pad il catalogo dei capi presenti in quel negozio, le taglie disponibili, i prezzi, o chiedere una mano ai commessi, chiamandoli direttamente all’interno dei camerini tramite app.

7) GRAFICA UGUALE PER SITI DELLO STESSO SETTORE

La user experience è una delle caratteristiche più importanti che chi progetta un sito deve considerare e dovrebbe essere funzionale in base alle analisi raccolte sui comportamenti degli utilizzatori sul web. Quando dei siti sono molto forti in alcuni settori, spesso capita che la grafica e il design vengano imitati per cercare di ottenere gli stessi risultati. Ad esempio si vedono spesso siti legati al mondo delle prenotazioni assomigliare sotto il punto di vista grafico e funzionale al primo in classifica nel settore: Booking.com.

8) CONSEGNA IN GIORNATA

Il 2016 porterà la consegna in giornata come nuova possibilità per la ricezione degli acquisti. Già Amazon (ed è stato il primo al mondo) è riuscito a soddisfare, con questo servizio, pienamente il Regno Unito e diversi paesi in Europa. Inoltre, sempre Amazon, ha iscritti al servizio "Prime" circa 80 milioni di membri in tutto il mondo, ai quali offre la consegna più veloce, promozioni dedicate e vantaggi in termini di prezzi e servizio.

Per maggiori informazioni e per valutare possibili attività di digital marketing, sviluppo siti di e-commerce, m-commerce ed app, noi di METERWEB, web agency e digital company Milano, vi invitiamo a conttattarci. Clicca qui per i contatti.



CONDIVIDI
Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Letto 177 volte Ultima modifica il Venerdì, 13 Gennaio 2017 11:00
Vota questo articolo
(0 Voti)
JoomShaper

Meterweb.it usa i cookies per poter configurare in modo ottimale e migliorare costantemente le sue pagine web. Continuando ad utilizzare il sito Internet fornite il vostro consenso all'utilizzo dei cookies. Maggiori informazioni